NUOVI CITTADINI

Le attività ed i servizi che Liberitutti svolge per i nuovi cittadini si inseriscono nell’ambito delle politiche e degli interventi di inclusione e accoglienza di migranti, rifugiati e richiedenti asilo.  

Gli obiettivi principali delle attività sono garantire misure di assistenza e di protezione della persona e favorirne il percorso verso la ricerca della propria autonomia.

Tutti i servizi offerti agli utenti sono uniti da un unico filo conduttore: la centralità della persona, dei suoi bisogni e dei suoi diritti.

I nostri percorsi di accoglienza e integrazione si articolano in diverse tipologie di servizi e attività, finalizzate all’obiettivo del nuovo raggiungimento di un’autonomia abitativa, relazionale e lavorativa.

I nostri servizi


MEDIAZIONE LINGUISTICA E INTERCULTURALE

Nell’ambito di questo settore di intervento Liberitutti gestisce servizi di mediazione socio culturale, interpretariato e mediazione linguistica.

I servizi di mediazione culturale e linguistic aattualmente gestiti dalla Cooperativa sono:

  • All’interno dell’ASLTO1 nei centri ISI, Sanità Penitenziaria, servizi del Dipartimento Materno Infantile e Serd 
  • Presso l’Ufficio Minori Stranieri della Città di Torino
  • Presso gli uffici del Comune di Novara
  • Presso i centri ISI dell’ASLCN2 (Alba e Bra)

Accoglienza

La cooperativa Liberitutti sin dal 2008 ha gestito progetti di accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati costruendo con loro progetti di integrazione e inclusione personalizzati.

Nel corso degli anni ha sviluppato una procedura protocollare di accoglienza che le permette di accogliere soggetti di diverse culture, lingue, religioni ed età, e di soddisfare le esigenze di ogni tipologia di ospite e vulnerabilità.

Liberitutti mette a disposizione contemporaneamente diverse soluzioni abitative (micro/piccole/medie) nei territori in cui opera per soddisfare le necessità di flessibilità e tempestività richieste dai committenti.

Dal 2011, la cooperativa eroga servizi nell’ambito dell’accoglienza straordinaria (CAS) e dell’accoglienza integrata (SPRAR) a favore di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, in diverse regioni: Piemonte, Liguria, Lombardia e Sicilia.

Dal 2015 gestione di un centro di prima accoglienza per Minori Non Accompagnati nel Comune di Partitico (PA).

Da novembre 2017, Liberitutti gestisce presso il CISSAC (Consorzio Intercomunale Servizi Socio-Assistenziali Caluso) di un CAS di donne ex-vittime di tratta.

Spese per la gestione dei centri di accoglienza dalla Cooperativa Liberitutti in adempimento all’art.2 comma 2 del decreto legge 04/10/2018 n.113.